Qualcuno recentemente mi ha chiesto nella sezione commenti sotto uno dei più recenti articoli sul caso di licenziamento di Zimmer perché odiavo l’allenatore capo dei Minnesota Vikings Mike Zimmer. Prima di tutto, non odio Zimmer. Sarebbe come odiare una vernice beige. Non è grande, né è terribile, è solo correre del mulino.

Ma, riflettendo su come rispondere a questo commento, mi è venuto in mente che il termine migliore che riassume i miei sentimenti sull’era Zimmer è: ritorno dell’investimento.

Cosa hanno ricevuto i Vikings in termini di successo in cambio di ciò che hanno investito in e per Zimmer?

Primo, quali investimenti?

Sai, solo il massimo che qualsiasi franchigia ha investito o dato un capo allenatore nella storia della NFL? Pensi che io sia iperbolico?

Nuovo stadio? Controllare.

Nuovo stato della struttura di arte in Eagan? Controllare.

Ogni singolo agente libero/scatto o commercio necessario per riempire le lacune? Sam Bradford e Kirk Cousins dire controllare!

Cambiare come NFL contratti sono fatti per sempre per firmare un quarterback? Controllare.

Massimizzare il salary cap anno dopo anno? Controllare.

Completa autonomia per gestire le cose a modo suo? Controllare.

Un’estensione subito dopo che la squadra ha licenziato George Edwards al posto di Zimmer? Controllare.

Giocatori che ristrutturano accordi o rifiutano contratti più grandi altrove per rimanere qui? Check.

Apparentemente uguale (o maggioranza) dire in scelte di progetto anno dopo anno? Check.

Zimmer non vuole niente. Non riesco a pensare a una sola cosa di cui potrebbe lamentarsi o chiedere di più al general manager Rick Spielman o alla famiglia Wilf.

Puoi?

Quindi quando si guarda a questo insieme di fatti, e poi guardare il ritorno su quell’investimento (ottenere imbarazzato nei playoffs ogni altra stagione), comincia ad avere senso che alcuni di noi pensano che un cambiamento è necessario.

In qualche modo la gente è convinta, ancora, che Zimmer sia COSÌ vicino a portare questa squadra oltre l’ostacolo nonostante il fatto che abbiamo già visto il picco di ciò che Zimmer può fare. 2019.

I Vikings hanno restituito 10 degli 11 titolari in difesa, otto dei quali sono stati insieme per cinque stagioni (oh e l’11° titolare? Era un Viking la stagione prima del 2018). Avevano il miglior roster sulla carta, pure, in tutta la NFL.

Ma il 2017! Direte voi. Certo, avevano una percentuale di terzi down storicamente ottima nella stagione regolare, ma dopo l’intervallo contro i Saints? Non sono più stati gli stessi.

Entrare nel Draft 2020, uno con un bottino da record moderno in termini di quantità di scelte. Ho pensato che forse, solo forse, Zimmer aveva imparato dal suo tempo qui e quando dotato di un altro colpo a costruire questa squadra Vikings? Egli potrebbe applicare quelle lezioni.

Sai, costruendo la linea d’attacco e finalmente proteggendo il quarterback che la squadra, ancora una volta, ha cambiato i contratti NFL per? Invece Zimmer ha usato 5 dei 15 picks sui defensive backs, tra cui un altro first-round pick su un angolo (con Xavier Rhodes, che fa quattro first-round picks e un second-rounder su angoli che Zimmer ha allenato)).

Che mi ricorda!

Utilizzare quattro scelte di primo giro, una seconda scelta e una terza sulla posizione preferita di Zimmer (una che ha due titolari)? Check.

Invece di usare una scelta dal terzo al quinto giro su una guardia, i vichinghi hanno usato la loro 15a scelta (la penultima in tutto il draft) su uno. Certo, Ezra Cleveland sembra la guardia destra del futuro, ma molto probabilmente finirà per prendere il posto di Riley Reiff (soprattutto con il tappo COVID molto probabilmente è una riduzione di $30 milioni da quello che sarebbe stato il tappo).

Significa che i vichinghi saranno ancora una volta senza risposte al punto di guardia. Il che significa che la squadra ancora una volta sprecherà un’altra stagione dei costosi servizi di Cousins.

“Ma non è colpa di Zimmer! Gli è stato dato solo tutto quello che un capo allenatore potrebbe mai chiedere e bisognerebbe essere pazzi per non essere contenti di quel brillante record di stagione regolare e di una striscia di apparizioni ai playoff ogni due stagioni! “

Beh, allora, credo di essere pazzo! Immagino che tutte le mie ex ragazze abbiano ragione! Che Dio faccia riposare le loro anime.

A dire il vero, la proprietà dei Vikings ha fatto un lavoro di prima classe nel gestire questa organizzazione e lo ha fatto per le giuste ragioni. Per portare allo stato del Minnesota un Super Bowl. Certo, i contribuenti hanno anche pagato per una grossa fetta dello US Bank Stadium, ma i Wilf hanno pagato di tasca propria anche per molto (e hanno pagato il conto per gli aggiornamenti più di una volta).

Loro meritano di più, e francamente? Anche noi.

Nel frattempo, godetevi la vostra continua verniciatura beige.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.