Rivista medica da Dr. Emily Splichal e Dr. Janine Taddeo
Ultimo aggiornamento del 12 ottobre 2018

Definizione

La formazione dei calli è causata da un accumulo di cellule morte della pelle che si induriscono e si ispessiscono su una zona del piede. Questa formazione di calli è il meccanismo di difesa del corpo per proteggere il piede da un’eccessiva pressione e attrito. I calli si trovano normalmente sulla palla del piede, sul tallone e/o sulla parte interna dell’alluce. Alcuni calli hanno un nucleo profondo conosciuto come nucleazione. Questo particolare tipo di callo può essere particolarmente doloroso alla pressione. Questa condizione è spesso indicata come cheratosi plantare intrattabile.

Cause

I calli si sviluppano a causa di una pressione eccessiva in una zona specifica del piede. Alcune cause comuni della formazione dei calli sono le scarpe con i tacchi alti, le scarpe troppo piccole, l’obesità, le anomalie nel ciclo dell’andatura (movimento della camminata), i piedi piatti, i piedi con l’arco alto, le prominenze ossee e la perdita del cuscinetto di grasso nella parte inferiore del piede.

Trattamento e prevenzione

Molte persone cercano di alleviare il dolore causato dai calli tagliandoli o rifinendoli con una lametta o un coltello. Questo non è il modo di trattare correttamente i calli, a meno che non sia fatto da un professionista. Questo è molto pericoloso e può peggiorare la condizione con conseguenti lesioni inutili. Soprattutto i diabetici non dovrebbero mai provare questo tipo di trattamento. Per alleviare l’eccessiva pressione che porta alla formazione dei calli, il peso dovrebbe essere ridistribuito equamente con l’uso di un plantare. Un’ortesi efficace trasferisce la pressione lontano dai “punti caldi” o dalle aree ad alta pressione per permettere al callo di guarire. Il plantare dovrebbe essere fatto con materiali che assorbono gli urti e le forze di taglio (attrito). Le donne dovrebbero anche evitare di indossare scarpe con il tacco alto. Come sempre, la chirurgia dovrebbe essere l’ultima risorsa.

Se il problema persiste, consultate il vostro medico del piede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.