La sfocatura dei ritratti può essere un bell’effetto da aggiungere ai tuoi selfies o ritratti. Ma cosa succede se si pensa di aggiungere l’effetto solo dopo aver scattato la foto? Beh, se stai usando un dispositivo Google Pixel, sei fortunato.

Sfocatura ritratto

Conosciuto anche come effetto bokeh, la sfocatura ritratto fa risaltare la persona nell’immagine, piuttosto che lo sfondo. Dato che gli smartphone al giorno d’oggi possono scattare ottime foto, questo effetto può essere un ottimo modo per migliorare le vostre.

Su dispositivi diversi dai Google Pixel, è possibile farlo solo mentre si cattura la rispettiva immagine. Sui dispositivi Pixel, però, l’effetto può essere aggiunto anche dopo. Non c’è nessuna parola su quando o se questo sarà disponibile su altri dispositivi. A Google piace mantenere alcune caratteristiche solo per gli utenti dei propri dispositivi e questo potrebbe essere uno di quei casi.

Aggiungere l’effetto

Utilizzare la funzione stessa non potrebbe essere più facile. Prima di iniziare, devi solo ricordare che questo funzionerà solo se Google Photos può “vedere” il volto di una persona nella foto.

Per iniziare, apri Google Photos sul tuo Pixel e trova la foto a cui vuoi aggiungere l’effetto. Poi, toccate il pulsante delle impostazioni della foto.

Poi, toccate di nuovo la stessa icona, nella schermata successiva. Ti verrà presentata la possibilità di regolare Luce e Colore sulla tua immagine e, mentre questo è molto utile, l’opzione interessante è quella in basso.

Il cursore contrassegnato da Blur ti permetterà di decidere la quantità di sfocatura aggiunta allo sfondo. Le regolazioni sono fatte in tempo reale, ma noterete che, dopo un attimo, l’AI di Google fa la sua magia. La foto inizia a sembrare molto meglio all’istante e la persona in essa (in questo caso, Kiefer Sutherland), sembra spuntare fuori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.