Oggi, 20 gennaio, celebriamo in tutta la nazione l’enorme eredità di Martin Luther King Jr. La sua eccellenza nella leadership è meglio esemplificata nel suo famoso discorso “I Have A Dream” che fu pronunciato il 28 agosto 1963. In quello che è probabilmente uno dei discorsi più famosi della storia, Martin Luther King Jr. ha fornito una versione articolata per il futuro di questa grande nazione. Il discorso conteneva alcune grandi intuizioni di leadership. In effetti, un programma di sviluppo della leadership esecutiva potrebbe essere costruito intorno alle lezioni che il Dr. King ha dato in quello storico discorso.

martin-luther-king-jrDal discorso “I Have A Dream” del Dr. King ci sono otto grandi intuizioni di leadership. Sono:

  1. I grandi leader non indorano la realtà.
    Martin Luther King Jr. parlò direttamente del conflitto e della brutale realtà che affrontava la nazione in modo da poter poi mettere in scena la sua visione su come tutti noi possiamo superare questi problemi.
  2. I grandi leader coinvolgono il cuore.
    Mentre la logica può forzare la mente, le storie e le metafore muovono il cuore. Questa è la differenza tra offrire informazioni e ispirazione. Il Dr. King scelse di non fare un’argomentazione basata sui fatti e decise invece di fare un appello diretto al cuore del mondo. Così facendo ha fatto la storia.
  3. I grandi leader si rifiutano di accettare lo status quo.
    Il dottor King ha rifiutato di accettare ciò che era attualmente accettabile e ha delineato una visione audace su ciò che doveva essere cambiato – perché doveva essere cambiato – e come sarebbe stato cambiato. Un efficace career coaching – come quello che forniamo a OI Partners – aiuta i leader a mettere a punto questa abilità critica.
  4. I grandi leader creano un senso di urgenza.
    Sono impazienti – in senso buono. Si rifiutano di sedersi e lasciare che le cose seguano il loro corso naturale. Hanno un senso di urgenza e lo comunicano. Il Dr. King ha ricordato all’America la “feroce urgenza dell’Adesso”.
  5. I grandi leader chiamano le persone ad agire in accordo con i loro valori più alti.
    Il Dr. King ha preso il terreno più alto della resistenza nonviolenta che il suo movimento avrebbe avuto l’autorità morale nella loro ricerca di cambiamento. Come Gandhi e Nelson Mandela, il Dr. King credeva che il suo movimento potesse raggiungere i propri obiettivi adottando uno standard più alto.
  6. I grandi leader rifiutano di accontentarsi.
    I grandi leader sanno quando essere testardi e quando è meglio scendere a compromessi. Dr. King fece una serie di compromessi sulle cose più piccole, ma fu implacabile quando si trattò di raggiungere la sua visione.
  7. I grandi leader riconoscono il sacrificio dei loro seguaci.
    Si accorgono dello sforzo che la loro gente ha speso. Il Dr. King non si prendeva il merito per i risultati del suo movimento. Lo vedeva come uno sforzo collettivo. Da questo ha ricevuto l’impegno dei suoi seguaci.
  8. I grandi leader dipingono una vivida immagine di un domani migliore.
    I leader non possono mai stancarsi di articolare la loro visione. Devono essere chiari e concreti. Devono aiutare i loro seguaci a vedere quello che vedono loro. Il Dr. King ha parlato del suo sogno:
    “Ho un sogno che un giorno sulle colline rosse della Georgia i figli di ex schiavi e i figli di ex proprietari di schiavi potranno sedere insieme al tavolo della fratellanza. Ho un sogno che un giorno anche lo stato del Mississippi, uno stato soffocante per il calore dell’ingiustizia, soffocante per il calore dell’oppressione, sarà trasformato in un’oasi di libertà e giustizia.”

Voglio ringraziare Michael Hyatt – un coach di sviluppo della leadership per l’ispirazione di questo blog. Ha scritto su queste otto lezioni di leadership in un blog nel 2010.

Patrick Lynch è il presidente di The Frontier Group, una società leader di outplacement/career management/sviluppo dei talenti con uffici ad Atlanta e Charlotte. È anche il Managing Partner di OI Partners Atlanta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.