Sono d’accordo con il dottor Salt e per la maggior parte dei clienti trovo che sia più facile per la maggior parte delle persone farlo in una sola volta mentre sono in palestra. Un ottimo riscaldamento è quello di fare il foam rolling sulle aree tenere, lo stretching statico delle stesse aree strette e una passeggiata di 5-10 minuti e la persona in genere è pronta ad andare.

Io trovo anche molto rilassante ed efficace fare foam rolling o trigger point release come prima cosa al mattino e/o subito prima di dormire. Personalmente, trovo che sia un allentamento della tensione (letteralmente) e qualcosa di molto rilassante. Mi piace farlo a tarda notte mentre guardo la TV per rilassarmi e lavorare su aree tenere e strette in tutto il mio corpo.

La chiave in qualsiasi forma di strategie di flessibilità è solo essere coerenti. Lo stretching o il foam rolling una o due volte a settimana non bastano. È sempre meglio fare 4-5 sessioni di 5 minuti di lavoro sulla flessibilità che 1 sessione alla settimana di 30 minuti. Se lavorate costantemente sulla vostra flessibilità e sulla gamma di movimento, col tempo migliorerà notevolmente. Generalmente trovo che gli ambienti rilassanti siano il momento migliore per farlo, ed è per questo che lo raccomando subito prima di dormire o di svegliarsi. Il corpo è più rilassato e risponderà bene a qualsiasi flessibilità che sceglierete.

La chiave è solo essere coerenti, se trovate che è più facile essere coerenti con gli orari di allenamento, allora andrà bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.